Pubblicato il : 22/03/2021

I punti chiave dell'articolo

Come fare il pieno di vitamina D?

La vitamina D, sintetizzata dal corpo attraverso l'esposizione alla luce del sole, è essenziale per la salute e il benessere generale.

Si stima che l'80% dei francesi abbia una carenza di vitamina D.

Per fare il pieno di vitamina D, ci sono diverse soluzioni a tua disposizione: l'esposizione al sole, il consumo di alimenti ricchi di vitamina D e gli integratori alimentari.

Immagina se ci fosse un nutriente in grado di proteggere le ossa, le cellule cerebrali e il cuore. Ancora meglio: questo nutriente miracoloso è totalmente gratuito e devi solo andare fuori a prenderlo...

La buona notizia è che questo nutriente esiste! Si tratta della famosa vitamina D, che viene creata dalle nostre cellule quando la pelle è esposta al sole.

Ma, nonostante ciò, un recente studio condotto dall'Institut de Veille Sanitaire mostra che quasi l'80% dei francesi soffre di carenze significative.

Niente panico! In questo articolo, ti riveliamo tutto quello che devi sapere sulla cosiddetta "vitamina del sole", e su come ottenerne abbastanza per il benessere del tuo organismo...

Sei pronto? Cominciamo!

Perché il tuo corpo ha bisogno della vitamina D?

È evidente: la vitamina D è essenziale per la salute e il benessere generale. Si presenta in due forme: ergocalciferolo (vitamina D2) e colecalciferolo (vitamina D3), che è il tipo di vitamina sintetizzata dalla tua pelle quando la esponi alla luce del sole... Torneremo su questo in dettaglio nella prossima sezione!

Una delle sue funzioni principali è quella di aiutare l'assorbimento del calcio contenuto nel cibo. Per questo motivo, la vitamina D è particolarmente importante per la solidità della massa ossea. Aiuta anche prevenire e a trattare i disturbi causati da un'inadeguata formazione e mineralizzazione delle ossa, come il rachitismo e l'osteomalacia.

La vitamina D aiuta anche a mantenere in salute il sistema immunitario e gioca un ruolo importante nella protezione contro alcune malattie autoimmuni come la sclerosi multipla, il diabete di tipo 1 e alcuni tumori. Inoltre, è stato provato che aiuta a prevenire e a trattare le malattie cardiovascolari, l'influenza e i sintomi della depressione, anche se a questo proposito sono necessarie ulteriori ricerche.

Infine, la vitamina D aiuta a stimolare la secrezione di insulina, regolando i livelli di glucosio nel sangue. Diversi studi hanno anche suggerito che possa aiutare a perdere peso...

Come puoi vedere, è il caso di accertarsi di avere abbastanza vitamina D nell'organismo!

Come ottenere facilmente la vitamina D?

Suggerimento #1: passare del tempo al sole

Non è una coincidenza che si chiami anche "vitamina del sole". Quando la tua pelle è esposta alla luce diretta del sole, il tuo corpo converte i raggi in vitamina D. Eh sì, il corpo umano è sorprendente!

Tuttavia, la quantità di vitamina D prodotta dipende da alcune variabili:

Il colore della pelle
Le persone con la pelle più scura devono passare più tempo al sole per produrre vitamina D rispetto a quelle con la pelle più chiara. La ragione è semplice: la pelle più scura contiene più melanina, un composto che può inibire la produzione di vitamina D.

Età
Anche l'età può essere un fattore da considerare. Con l'età, la produzione di vitamina D nella pelle diventa meno efficace.

Posizione e stagione
Più sei vicino all'equatore, più vitamina D potrai produrre tutto l'anno, grazie alla vicinanza fisica coi raggi solari. Al contrario, più ci si allontana dall'equatore, più le possibilità di ottenere abbastanza luce solare diminuiscono.

Anche le stagioni contano: è più complicato prendere il sole in pieno inverno quando piove e sei coperto dalla testa ai piedi!

La protezione solare e i vestiti che indossi
Alcuni tipi di vestiti e di creme solari possono interferire con la produzione di vitamina D o addirittura bloccarla completamente.

Mentre è assolutamente vitale proteggersi dal cancro alla pelle evitando la sovraesposizione al sole, bastano pochi minuti di esposizione al sole non protetta perché il tuo corpo inizi a produrre vitamina D. Diversi studi suggeriscono che 8-15 minuti di esposizione al sole sono sufficienti per produrre vitamina D.

Suggerimento #2: mangiare cibi naturalmente ricchi di vitamina D

Per quanto riguarda la dieta, i pesci grassi come il salmone, il tonno, lo sgombro, le acciughe e le sardine sono tra gli alimenti che forniscono un'eccellente fonte di vitamina D. Molti di questi pesci sono anche ricchi di acidi grassi omega 3 che fanno bene al cuore. Due piccioni con una fava!

Sei vegetariano? I funghi, come i finferli e i porcini, sono l'unica fonte di vitamina D interamente vegetale. Come gli esseri umani, i funghi possono produrre la propria vitamina D attraverso l'esposizione ai raggi UV.

Essendo esposti alla luce del sole, i funghi selvatici contengono generalmente più vitamina D di quelli coltivati in serra. Tuttavia, puoi anche comprare funghi che sono stati trattati coi raggi UV se vuoi un più alto contenuto di vitamina D.

Infine, anche il formaggio e i tuorli d'uovo forniscono fonti naturali di vitamina D, ma in quantità minori.

Suggerimento #3: Mangia anche cibi arricchiti con vitamina D

Poiché sono pochi alimenti che contengono alti livelli di vitamina D, questo nutriente è spesso aggiunto dai produttori ai prodotti grazie a un processo noto come "fortificazione". Tuttavia, bisogna tenere presente che la quantità di vitamina D aggiunta agli alimenti può variare a seconda della marca, del prodotto e del tipo.

Ecco alcuni alimenti che puoi facilmente trovare nel tuo supermercato preferito e che contengono vitamina D fortificata:

- latte vaccino
- latte vegetale a base di soia, mandorle...
- succo d'arancia
- cereali da colazione
- alcuni tipi di yogurt
- tofu

Non sei sicuro che un particolare alimento sia stato fortificato? Prenditi un po' di tempo per leggere l'etichetta nel dettaglio, le informazioni sono scritte molto chiaramente!

Suggerimento 4: usare una lampada UV

Le lampade UV imitano l'azione del sole e possono essere particolarmente utili se la tua esposizione al sole è limitata a causa della geografia o del tempo trascorso in casa.

Fai attenzione a non usarle troppo però, perché esporsi eccessivamente ad una di queste lampade potrebbe bruciarti la pelle! Si raccomanda generalmente di limitare l'esposizione a un massimo di 15 minuti. Sappi però che lo scopo di questo tipo di dispositivo non è offrirti una sessione di "abbronzatura a Ibiza in pieno inverno"!

Suggerimento #5: assumi degli integratori a base di vitamina D

Pur seguendo tutti questi consigli, rimane difficile sapere esattamente quanta vitamina D si sta assumendo ed essere sicuri di averne abbastanza.

Ecco perché gli integratori possono essere particolarmente utili. Oltre a farti conoscere l'effettivo apporto di vitamina D, possono aiutarti a colmare una carenza aumentando rapidamente il tuo livello di vitamina D nell'organismo.

Da Nutrivita, la nostra vitamina D3 ti offre tutta la potenza del sole in una sola bottiglia! Ogni dose giornaliera ti dà 2000 UI di vitamina D3 (o colecalciferolo - la stessa che la tua pelle produce quando è esposta alla luce solare).

Un solo flacone di Nutrivita vitamina D3 contiene 120 capsule, l'ideale per soddisfare il tuo fabbisogno per un ciclo di trattamento di 2-4 mesi.

Inoltre, è estratta da licheni ed è quindi 100% naturale e di origine vegetale: perfetta per rafforzare il tuo sistema immunitario e per aiutarti a mantenere la tua massa ossea!

Le nostre raccomandazioni 

Vitamina D3 nella sua forma 100% naturale e biodisponibile: colecalciferolo. Ogni dose fornisce 2000 UI di vitamina D3V® microincapsulata di origine vegetale.

Zinco

Vitamina D3V® 2000 IU microincapsulata

100% origine vegetale (alghe)

Muscoli e difese immunitarie

2 mesi di cura 

Vedere la scheda del prodotto

Continua a leggere

Pubblicato il : 31/03/2021

Pubblicato il : 22/03/2021

Quali sono le vitamine prenatali più importanti per una gravidanza serena?

leggi l'articolo

Pubblicato il : 22/02/2021

Pubblicato il : 22/03/2021

I 3 principali benefici della vitamina D

Unisciti alla comunità

Pubblicato il : 22/02/2021